Sei in: Mostra Fotografica - 1^ Lettera ai Cittadini

PROT. N° 90 DEL 25.06.1998

CARI CITTADINI,

 

    Come vi abbiamo anticipato in un precedente manifesto, il nostro prossimo intento come Associazione Turistico-culturale è di coinvolgerVi nella raccolta di tutto ciò che può essere legato alla Storia di Senis.

    Per prima cosa, quindi, vi chiediamo di dedicarci un po’ del vostro tempo per cercare tra le vostre vecchie foto di famiglia, immagini che ci diano informazioni su come si vestivano i nostri nonni, di come erano le nostre campagne, i mezzi di trasporto, le nostre case e quali arnesi per la cucina vi servivano per la lavorazione dei dolci, del latte, del grano e di quali per la lavorazione della lana, del crine, ecc.....Tutto il materiale fotografico che generosamente ci metterete a disposizione, verrà meticolosamente registrato per garantirvene la restituzione e successivamente verrà riprodotto in ristampe e diapositive che serviranno per allestire una mostra fotografica, nella quale, se volete, verranno riportati i vostri nominativi per la gentile concessione.

    Pertanto, nelle prossime settimane, oltre che per prendere visione del materiale suddetto, passeremo nelle vostre case anche per raccogliere i preziosissimi ricordi che ancora vivono nella vostra mente, come per esempio i vostri giochi da bambini, favole, ninne nanne, filastrocche, poesie, litanie, rime, piccole leggende e..... perché no! anche tristi ricordi legati per esempio alla guerra, alla carestia, al diluvio degli anni ’50, ecc...

    Non sono da trascurare, tuttavia, le vostre conoscenze sulle tradizioni religiose ormai scomparse, infatti, ci hanno informati che fino a circa 30 anni fa in ogni ingresso del paese c’erano delle grandi croci. Ci piacerebbe sapere quando, in che punto esatto e in che occasione vennero erette. Il nostro intento, in occasione del GIUBILEO del 2000, è di richiedere agli enti competenti i necessari finanziamenti per il loro ripristino.

    Ringraziandovi per l’attenzione prestataci finora e augurandoci che la nostra proposta sia di vostro gradimento, vi porgiamo i più cordiali saluti.

                                                                                        IL PRESIDENTE